Londra, 30 maggio 2022 – È Luca Sanna, classe 1977, originario di Iglesias, il vincitore di The Best Chef of Italian Cuisine – Parmigiano Reggiano Award, la competizione che si è tenuta lunedì 30 maggio a Londra e che ha incoronato il miglior chef di cucina italiana nel Regno Unito. 
 
Un grande entusiasmo per la prima edizione di questa gara organizzata dalle Federazione Italiana Cuochi – Delegazione UK, in collaborazione con I Love Italian Food, associazione culturale e network internazionale che promuove l’autentica cultura enogastronomica italiana nel mondo. 
 
A presiedere la giuria, Enzo Oliveri, Presidente della Federazione Italiana Cuochi nel Regno Unito e chef affermato da anni, anche grazie a numerose apparizioni televisive. Accanto a Chef Oliveri, altri quattro giudici, anch’essi noti in Gran Bretagna e non, per la promozione della cucina italiana: lo stellato Chris Galvin, Alberico Penati, Carmelo Carnevale e Massimo Rossi. 
 
“A distanza di poche ore dalla premiazione non ho ancora realizzato questo mio importante risultato. Sono davvero soddisfatto della mia prestazione, ho lavorato tanto sulla preparazione del piatto, utilizzando prodotti di ottima qualità. La mia idea era di valorizzare eccellenze italiane come il Parmigiano Reggiano DOP, il Guanciale Amatriciano IGP, le nocciole del Piemonte IGP.” dichiara il primo classificato Luca Sanna, che vive a Londra dal 2015 ed è Chef Tournant a Al Mare Restaurant Jumeirah Carlton Tower London.
La competizione The Best Chef of Italian Cuisine – Parmigiano Reggiano Award si è svolta all’interno dell’evento The Italian Show, un’importante vetrina per il Made in Italy e per i prodotti italiani a Londra, che ha attratto oltre 1.500 professionisti della ristorazione e della stampa e produttori e consorzi di tutela arrivati dall’Italia per rappresentare il mondo del cibo, del vino, ma anche della mixology. Tra le eccellenze più apprezzate, importante la presenza del Parmigiano Reggiano, rappresentato dal Consorzio di tutela che negli ultimi anni insiste particolarmente con la promozione della Denominazione di Origine Protetta sulla Gran Bretagna con l’obiettivo di tutelare il prodotto autentico a svantaggio del tanto diffuso Parmesan
 
Ancora emozionato lo chef iglesiente, che ha ha primeggiato tra oltre 200 concorrenti nelle prime fasi di selezione e poi sugli altri cinque finalisti di Best Chef of Italian Cuisine – Parmigiano Reggiano Award, vede un futuro roseo davanti a sé: “Sono felice di come ho lavorato durante la gara, credo che in molti abbiano notato il mio impegno e la mia performance. E da questa esperienza esco davvero molto arricchito: ho incontrato persone straordinarie, sia tra i giudici che tra gli altri concorrenti, sarà sicuramente un passaggio importante per la mia carriera.”
 
Il Regno Unito, dove proprio durante questa settimana si stanno svolgendo i festeggiamenti per il 70° anno del regno della Regina Elisabetta II, è un mercato centrale per l’export dei prodotti made in Italy. Dopo la brusca frenata nel 2021, conseguenza della Brexit ma anche della pandemia, nel primo trimestre del 2022 i numeri sono tornati a crescere, affermando il mercato inglese come il quarto mercato per le esportazioni Food&Beverage italiane.  
Facebook
Instagram