Cristina Bowerman racconterà il Risotto durante il nostro 100per100 italian awards.

Ma ora conosciamo meglio la Chef.

Cristina Bowerman, una tra le poche chef donna ad ottenere una stella Michelin e molti altri illustri riconoscimenti, è nata a Cerignola, in Puglia. Dopo la laurea in Giurisprudenza ottenuta in Italia, nel 1992 si è trasferita negli USA, a San Francisco. Qui ha completato gli studi giuridici ed ha studiato per diventare graphic designer. Ha lavorato inoltre all’Higher Ground, un coffee house di San Francisco, dove è diventata pienamente consapevole della sua passione per la cucina, che ha ereditato dalla madre e dalla nonna. Nel 1998 si è trasferita ad Austin, dove le è stato conferita la laurea in Arti Culinarie alla Texas Culinary University. Principalmente grazie all’esperienza lavorativa al Driskill Grill con lo chef David Bull, ha sviluppato e affinato sia tecnica che disciplina, focalizzandosi sulla purezza e sulla concentrazione del sapore degli ingredienti.

Nel 2005 Bowerman decide di tornare in Italia, per approfondire la sua conoscenza della cucina italiana classica. Di base a Roma, comincia prima a lavorare al famoso ristorante Convivio gestito dai fratelli Troiani, e poi alla Glass Hostaria, un ristorante recentemente aperto nel cuore di Trastevere, uno dei quartieri più pittoreschi e frequentati di Roma. Fabio Spada, proprietario e manager, sa quello che vuole: punta sulla demolizione dell’immagine folkloristica di Trastevere e della cucina solitamente proposta dai ristoranti locali, con una location contemporanea, sia nell’arredo che nella filosofia e nella cucina. Cristina è la scelta più appropriata per la cucina del Glass, e anche per lui: oggi, i due sono partner sia nel lavoro che nella vita privata.

Ha vinto numerosi premi nazionali: tra questi, la stella Michelin nel 2010. La sua storia e quella del Glass sono state scelte come case study all’illustre Università Bocconi. Negli ultimi anni è stata insegnante per i corsi di cucina professionale dell’”Italian Chef Academy” e alle lezioni dell’Università dell’Illinois a Roma. I molteplici premi e riconoscimenti guadagnati non hanno affievolito la sua volontà di studiare e sperimentare, con un focus specifico sull’incontro tra scienza e cucina.
Nel 2014 Mondadori ha pubblicato il suo primo libro, a metà strada tra libro di cucina e biopic: Da Cerignola a San Francisco e ritorno – La mia vita di chef controcorrente.
Cristina Bowerman è stata designata Chef Ambassador di Expo Milano 2015 per rappresentare e promuovere i temi e la missione di Expo.

2010: 1 stella Michelin
2013: chef donna dell’anno per Guida e Congresso di Identità Golose
2013: Premio Sandwich dell’anno per la Guida Street Food Gambero Rosso.
2014: Da Cerignola a San Francisco e ritorno – La mia vita di chef controcorrente, pubblicato da Mondadori.
2015: Chef Ambassador per Expo Milano 2015

www.cristinabowerman.com

Facebook
Instagram